Klinec

Klinec "Malvazija" 2016

tipo

Macerato

vitigni

Malvasia istriana

38,00

-

1

+

annata

2016

nazione

Slovenia

regione

Collio goriziano / Brda

formato

0,75l

COSA NE PENSIAMO

Questa è la storia di un vitigno, la Malvasia, di ponka e di un uomo, Aleks Klinec, che negli anni si conferma uno dei maestri di questo territorio dove una volta c'era il mare, che ora si vede dalle terrazza dello splendido agriturismo Klinec a Medana. L'idea è: macerazioni che esaltino e sottolineino il varietale, affinamenti lunghi in botti di legno di acacia locale, da 500 litri, di quelle che di vendemmie ne hanno viste tante e da ognuna prendono un po' di storia. Bevi e ti sembra di essere lì, in mezzo alle albicocche della Brda, e il mare all'orizzonte.

CANTINA

Klinec

Nel cuore del Collio sloveno (Brda), Medana si trova in una posizione privilegiata per la coltivazione della vite: quasi tremila ore di sole all'anno, meno di trenta chilometri di distanza dal mare, e le Alpi Giulie poco a Nord. Il terreno è composto in prevalenza dalla "ponca", tipica del Collio, un terreno friabile che dona ai vini l'inconfondibile mineralità che li contraddistinguono, che poggia sopra strati di marne e arenaria formatisi a partire dal Mesozoico. Le tradizioni di viticoltura della famiglia Klinec cominciano alla fine della Grande Guerra. Oggi l'azienda è condotta da Aleks e Simona Klinec, che portano avanti l'attività con estremo rispetto del territorio, il vero patrimonio su cui si basa l'esistenza stessa dell’uomo. In vigna, vengono utilizzati estratti di erbe, argilla acida, silicati e limitate quantità di rame e zolfo. Tutti i vigneti sono inerbiti e la biodiversità viene favorita. In cantina, le uve vengono diraspate e lasciate fermentare in botte, con macerazioni dai 5 ai 30 giorni. Dopo la macerazione, le uve sono pressate e lasciate decantare, così da lasciare che la fermentazione alcolica e quella malolattica si completino direttamente in botti di acacia, ciliegio, quercia o gelso, dove il vino viene lasciato generalmente per almeno due o tre anni. Successivamente, il vino viene trasferito in botti d'acciaio dove viene lasciato decantare: l'aggiunta di minime quantità di solforosa avviene in questa fase, per favorirne l'integrazione con vino, che viene imbottigliato dopo diversi mesi di riposo senza filtrazione né l'aggiunta di altro. Se non avete ancora assaggiato i vini di Aleks non perdete più tempo, eccellenze assolute. E se passate da quelle parti non esitate a fargli visita, l'ospitalità per la famiglia Klinec è all'ordine del giorno, e se sarete fortunati assaggerete anche uno dei prosciutti crudi più buoni che esistano.

Leggi tutto

DALLA STESSA CANTINA

Nuovo

NOVITÀ

38,00

Nuovo

NOVITÀ

38,00

Nuovo

NOVITÀ

38,00

Nuovo

NOVITÀ

38,00

Nuovo

NOVITÀ

40,00

Nuovo

NOVITÀ

33,00

DALLA STESSA REGIONE

Collio goriziano / Brda

SCOPRI I PRODOTTI